Secondo uno studio pubblicato sull’International Journal of Trichology gli shampoo in commercio non sempre sono gli alleati ideali per la salute dei capelli, perché presentano un PH differente rispetto a quello del cuoio capelluto. 

Si chiama January Detox la nuova tendenza di cui Vogue Italia tratta nel suo recente articolo: un mese senza alcol aiuterebbe il corpo a depurarsi dagli stravizi delle Feste, migliorando il benessere generale e anche la salute dei capelli. Trend a parte, quali sono i consigli di chi di salute dei capelli se ne intende davvero?

In città o in vacanza, il tempo non è mai troppo poco per salvaguardare la salute dei capelli prestando attenzione a poche e semplici regole.

Lavare i capelli è un’azione che rientra nella nostra routine settimanale, spesso siamo di fretta e non prestiamo attenzione a come trattiamo i nostri capelli che una volta bagnati risultano più fragili. Scopriamo assieme qualche errore che è meglio lasciarci alle spalle.

Il primo passo per affrontare un trapianto di capelli passa dalla conoscenza dell’intero trattamento: con questo articolo chiariremo come avviene la crescita dei capelli.

Chi pratica sport ha notato che le docce frequenti e sudore non sono positivi per la salute dei capelli e molto spesso ci si chiede se c’è una correlazione diretta tra alopecia androgenetica e sport: sfatiamo qualche mito.

Spazzolare i capelli è un’azione che va fatta ogni giorno per districare i nodi, ma anche per mantenere la salute dei capelli. Forse non lo sapevi, ma ogni chioma ha una spazzola specifica…sei sicuro di utilizzare quella giusta? 

L’alopecia da trazione è causata da molte acconciature maschili e femminili che mettono sotto tensione il cuoio capelluto.

La tecnica del balayage è perfetta per chi cerca per i propri capelli una sfumatura naturale, simile ai riflessi dati dal sole, nonostante le ferie siano solo un lontano ricordo.

(leggi tutto)

Quando parliamo di balayage, ci riferiamo ad una tecnica di schiaritura permanente e professionale abbinata al taglio di capelli. Considerando anche il colorito della pelle, consente di schiarire i capelli di un tono o due, creando un effetto naturale molto simile a quello del sole d’estate. Questa tecnica nasce in Francia negli anni ’70 e consiste nell’applicare il prodotto su piccole ciocche, a distanza delle radici.

(leggi tutto)

Effetti sulla salute

Per schiarire il capello, bisogna alterare chimicamente la melanina che è naturalmente presente al suo interno. Questo processo è possibile grazie all’acqua ossigenata che è usata da sola oppure combinata con un agente colorante a seconda del colore finale che si vuole ottenere.

I nostri capelli contengono due tipi di melanina: la “eumelanina” di colorito nero e la “feomelanina” di colorito rosso. Con la decolorazione la eumelanina viene ossidata più facilmente e per questo è frequente che i capelli decolorati assumano un colorito rossastro. Perché la sostanza ossidante utilizzata per la decolorazione raggiunga l’interno del capello e si leghi alla melanina è necessario che passi attraverso la cuticola, cioè attraverso lo strato più esterno del capello. Per passare attraverso la cuticola è indispensabile che le squame della cuticola si sollevino e questo avviene a causa dell’alcalinità della soluzione.

Procedimento

L’applicazione del prodotto avviene “a stella”: si scompone la capigliatura in cinque grandi ciocche che rappresentano le cinque punte di una stella. Poi con un pennello per sfumature si applica il prodotto per tutta la lunghezza di alcune ciocche e su tutte le punte

Per proteggere la salute dei capelli questa pratica non va riapplicata più di tre volte all’anno; ripetere il trattamento di decolorazione infatti produce un danno permanente alla cuticola le cui squame rimangono sempre sollevate. Questo aumenta la porosità rendendo le future decolorazioni più difficili: infatti il capello molto poroso reagisce male alle decolorazioni assumendo tonalità irregolari. Se la tecnica viene utilizzata molte volte, fa diventare il capello debole, fragile, opaco.

Errori e consigli

Va ricordato che il Balayage non è una tinta, quello che creerà saranno sfumature; nel caso vogliate qualcosa di più visibile ricorrete ad altre tecniche. Come detto prima, un grave errore è quello di non tagliare i capelli prima di effettuare la decolorazione. La punta del capello sarà stressata e se i capelli non sono nutriti bene, compariranno delle doppie punte che verranno risaltate dal colore più chiaro della chioma. 

I nostri esperti di tricologia a Padova e Brescia sono a vostra disposizione per verificare l’impatto dei trattamenti estetici come il balayage sulla salute dei vostri capelli, soprattutto se state già seguendo una terapia di tipo tricologico: richiedete qui una consulenza gratuita



Richiedi una consulenza gratuita


L’inestetismo delle doppie punte o tricoptilosi è un segnale che ci dice molto sulla salute dei capelli, soprattutto del fusto.

Pagina Facebook

Più Popolari